Il ritorno alla vittoria resta un tabù: Grego Padova-Monselice 2-1

Mattia Schiavon, nuovo attaccante biancorosso
10 marzo 2019
Mattia Schiavon: suo il gol del 2-1 nei minuti finali

Mattia Schiavon: suo il gol del 2-1 nei minuti finali

Continua il digiuno di vittorie del Monselice, che dopo il pareggio casalingo con il Maserà cede di misura alla Grego Padova fanalina di coda.
Una sconfitta maturata interamente nella ripresa, dopo un primo tempo abulico e privo di particolari emozioni.
Il secondo tempo si apre con l’ennesima decisione arbitrale che fa discutere: un fallo in area piuttosto evidente su Riccardo Malaman che l’arbitro non punisce con il sacrosanto calcio di rigore.
A passare all’incasso sono così i padroni di casa, che sbloccano il risultato al 63’ grazie ad una girata di Marco Cont su preciso traversone di Giacomo Alberti.
I locali insistono e al 74’ trovano pure il raddoppio grazie ad un dubbio calcio di rigore conquistato e trasformato con freddezza dal centravanti Marco Vesentini.
Il Monselice prova a reagire con cuore ed orgoglio, ma riesce soltanto ad accorciare le distanze con il neoentrato Mattia Schiavon, che all’86’ firma il suo primo gol in maglia biancorossa trovando la deviazione vincente in azione di mischia.
Il forcing finale, con la squadra schierata addirittura con quattro attaccanti, non sortisce effetto e il risultato non cambia più fino al triplice fischio.

GREGO PADOVA-MONSELICE 2-1
GREGO PADOVA: De Crescenzo, Sambugaro, Stefani (14’ s.t. Cozmescu), Alberti (43’ s.t. Pagliarulo), Collini, Cont, Cordoni, Monrroy, Vesentini (38’ s.t. Nani), Baratin (29’ s.t. Martinas), Adjana (27’ s.t. Bedin). A disp. Spedicato, De Agostini, Agnoletto. All. Mattia Colombo.
MONSELICE: Bellamio, Boaretto (37’ s.t. Greggio), Minelle, Gurian, Rizzato, Celestino, Menesello, Tognin (22’ s.t. Durante), Zampaolo (22’ s.t. Schiavon), Bevilacqua, Malaman. A disp. Peruzzo, Loverro, Raimondo, Bagno, Facciolo. All. Luca Simonato.
ARBITRO: Sambo di Chioggia.
RETI: 18’ s.t. Cont, 29’ s.t. Vesentini (rigore), 41’ s.t. Schiavon.
NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti Alberti, Cordoni, Gurian, Malaman e Greggio. Recuperi: 1’ e 4’.


Momenti Storici

  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine

Parlano di noi

  • Parlano di noi
  • Parlano di noi
  • Parlano di noi
  • Parlano di noi