Luca Simonato: «I ragazzi si stanno allenando con grande intensità, la tensione sale. A Solesino ce la giocheremo»

14 maggio 2017
Mister Luca Simonato

Mister Luca Simonato

Un’intera stagione racchiusa in 90 (o 120) minuti. Manca sempre meno all’attesissima finale-playoff di domenica 21 con la Solesinese: un match che vale un anno di lavoro e di sacrifici e che metterà in palio un piazzamento importante nella graduatoria di merito dei ripescaggi estivi.
L’ufficialità del salto in Promozione arriverebbe solo più avanti, quando la Federcalcio diramerà il comunicato con tutti i verdetti definitivi: graduatoria alla mano, tuttavia, chi avrà la meglio tra Solesinese e Monselice avrebbe davvero il salto di categoria quasi in pugno.
A raccontare il clima che si respira nello spogliatoio biancorosso è mister Luca Simonato, che svela con la consueta lucidità gli umori di questa marcia di avvicinamento sempre più palpitante.
«Ogni volta che ci troviamo al campo, c’è sempre quel pizzico di tensione in più che fa comunque bene alla crescita del gruppo. I ragazzi si stanno allenando bene, con grande intensità, e stiamo valutando con attenzione le condizioni degli infortunati: sia i lungodegenti che quelli usciti malconci dall’ultima giornata di campionato. Ad oggi possiamo dire di aver pienamente recuperato tre pedine preziose come Zuin, Carnio e Checcolin. Per gli altri saranno decisivi i prossimi giorni».
Che partita ti aspetti?
«La Solesinese è una grandissima squadra, l’ho sempre reputato la più completa e attrezzata del campionato. Il fattore campo e i due risultati su tre sono un grosso vantaggio per loro, ma il Monselice che andrà a Solesino il 21 non sarà lo stesso che ha perso lì a fine febbraio. Ci giocheremo tutte le nostre carte, con il massimo rispetto ma senza paura. Di certo non lasceremo nulla di intentato».


Momenti Storici

  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine
  • Immagine

Parlano di noi

  • Parlano di noi
  • Parlano di noi
  • Parlano di noi
  • Parlano di noi